Dear White People, la serie Netflix da vedere!

Mi piacerebbe onestamente vedere più serie, come fare più sport, mangiare più sano….e invece….ma ho voluto fortissimamente vedere questa serie, ne avevo sentito meraviglie sulle pagine USA.

E infatti, è stupenda. Ah, è vero. Io molte cose diciamo che le sapevo già, mi sono riconosciuta davvero in molteplici situazioni, infatti è una serie dedicata a un pubblico bianco, politicamente corretto, che si ritiene cittadino del mondo. Insomma voi, non Salvini.

Copia la struttura di una commedia familiare, gli episodi sono di 30 minuti e pur essendo ambientata nella fittizia università di Winchester, non capirete mai che studiano sti ragazzi. Ma almeno sono là per studiare?

queridos blancos netflix

È una bellissima, ironica e interessante serie, mi ci identifico tanto pur non avendo avuto io una comunità afro a cui appartenere, scomoda direi se mi metto nei vostri panni, perché stana non tanto il razzismo di Trump, ma il razzismo della epoca di Obama. Sí perché se c’è qualcosa che è sicuramente successo negli USA è stato pensare che avendo oramai un Presidente nero, eletto due volte, il razzismo si potesse considerare oramai morto e sepolto.

È profonda e realistica perché è la prima serie che vi avvicinerà alla cultura e identità nera, diretta e prodotta da neri, con attrici e attori neri. Insomma, una combinazione e un fronte unito perfetti.

Apparentemente anche in questo campus regna l’armonia, non arrivi mai a percepire reali problemi, il Decano è nero, suo figlio è il Presidente degli studenti, stimatissimo e rispettato, che vogliamo di più?

A una confraternita bianca però viene in mente avere la geniale idea di fare una festa in maschera a tema “facce nere”, proprio quello di andare vestiti da neri….e qua, la lían….

Uno dei fili conduttori è Samantha, Sam, che ha un programma nella radio nel campus, che si intitola proprio Dear White People, che ovviamente sfrutta la radio per lanciare messaggi provocatori e smascherare il razzismo della festa e in generale dell’ambiente che si respira all’università. Il suo essere biracial però le riesce a provocare dei problemi e quella scena è una sensazione che prima o poi temo di vivere anche io.  Ha una relazione con un ragazzo bianco, davvero un amore di persona.

Come si concluderà la festa, le reazioni a catena che iniziano a generarsi, le differenti opinioni, chi più pacifista, altri molto più radicali nei passi che si dovrebbero intraprendere, come quando a Obama lo accusarono di non essere sufficientemente nero per parlare a nome degli afroamericani, quelli poveri, quelli emarginati, insomma quelli neri davvero. Gli episodi di white privilege, la sensazione in cui sembra che nonostante Obama sia là a rappresentare una nazione a maggioranza bianca, eppure la vita di ogni giorno, come quella di una università, sia davvero ancora troppo indietro, intrisa di razzismo fino al midollo.

Ci sono addirittura 10 riferimenti alla cultura pop che ci/vi faranno intendere i pregiudizi che i neri vivono ogni giorno, proprio nel mondo del cinema e serie, vediamo quanti ne trovate!

Sono solo 10 episodi, quindi io me la sono mangiata in un boccone, ma ho temuto che non fosse rinnovato il contratto, invece sì, ci sarà una seconda stagione che sto aspettando. Quindi mettetevi in pari così guarderemo la seconda stagione insieme!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...