Ti presento i miei

Organizzare il matrimonio perfetto è il sogno di molte donne ed anche io, nonostante una buona dose di anticonformismo, non ne sono immune. Per cui un bel giorno ho telefonato ai miei e gli ho detto che avevo conosciuto questo bel ragazzo del Senegal e che avevamo intenzione di sposarci. La risposta di mio padre è stata: “Preferirei essere morto”. Lo so non è stata una bella risposta,ma io non mi sono arresa. Qualche giorno prima del matrimonio li ho chiamati e gli ho detto che erano invitati (abbiamo invitato pochi amici con un blog online, niente carta). No meglio, ho detto: “Non sto cercando il vostro permesso, né la vostra benedizione, vi sto solo invitando. Se volete essere presenti al matrimonio della vostra primogenita, venite!” Ho inoltre chiesto a mia madre se voleva prepararmi la torta. Il pranzo si sarebbe tenuto in una pizzeria, solo 12 invitati, subito dopo la cerimonia in comune. E così la mattina prima del matrimonio mia madre è venuta a casa nostra e l’ha trovato lì. Da solo, perché dovevo sbrigare alcune faccende fuori casa. E così si sono conosciuti. Lui l’ha aiutata a preparare il pandispagna e le creme, a lavare gli attrezzi e a farcire la torta. Io sono arrivata a cose fatte. Il giorno dopo, mio marito, il testimone ed alcuni amici sono andati in comune e lì hanno incontrato mio padre. Subito dopo sono arrivata io, emozionata come tutte le spose, vestita con una camicetta ed una gonna bianche, ballerine rosse ed una collana africana. La cerimonia è stata semplice, le canzoni bellissime, scelte da noi. I miei irriducibili genitori erano un po’ impacciati ma emozionati._MG_7689

Anche i nostri amici erano emozionati. La fotografa, una ragazza di talento che a distanza di qualche anno avrebbe sposato anche lei un senegalese, (com’è piccolo il mondo!) era lì con noi a cogliere i momenti, le lacrime e i sorrisi. Tutto sommato ci è andata bene, tra qualche mese festeggeremo nove anni insieme, due bellissimi figli, alti e bassi come per tutte le coppie. I miei genitori col tempo hanno imparato a conoscere mio marito ed apprezzarlo e sono innamorati dei loro nipotini. A qualche altra coppia mista non è andata così bene: alcuni genitori non hanno mai voluto incontrare né il/la genero/nuora né i nipoti, altri sono stati più “morbidi” ma son rimasti della loro opinione, ossia che “questo matrimonio non s’ha da fare”. A voi com’è andata? Raccontateci le vostre storie!

La nostra compilation del matrimonio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...